GUBBIO, COSA VEDERE NELLA ‘Città dei matti’

..da città dei matti a location per il telefilm ‘Don Matteo’

Il nostro itinerario Umbro prosegue… (e se non lo hai già fatto,  ti consiglio di leggere gli articoli su ORVIETO E DINTORNINARNI  ) con la visita del piccolo e bellissimo borgo di Gubbio.

PIAZZA GRANDE

Ci siamo addentrati nel borgo e abbiamo visitato la piazza, spesso apparsa nel telefilm ‘Don Matteo’ ovvero: Piazza Grande di Gubbio, il cuore della città, una grande terrazza che si affaccia sull’appennino umbro e sulla quale sorge il palazzo dei consoli che ospita il museo civico.

PIAZZA GRANDE

E’ stato poi emozionante e immancabile, immergersi nei vicoli del borgo, tutti caratteristici e ricchi di fascino, nei quali troverai molti negozietti di artigianato e specialmente di ceramiche.

FONTANA DEI MATTI, e PATENTE DA MATTO

Nella città resa famosa dalla ‘pazzia’ , non poteva mancare una fontana a essa intitolata, detta ‘FONTANA DEI MATTI’ il cui vero nome è ‘FONTANA DEL BARGELLO’, risalente al ‘500 ma resa famosa per il fatto che secondo la tradizione è intorno a questa fontana che è possibile prendere la Patente da Matto!

Ma come fare?

Ti basterà girare 3 volte attorno alla fontana in presenza di un eugubino doc, quindi, se il cittadino di Gubbio richiederà per te la patente, versando un contributo all’associazione ‘Maggio Eugubino’, ti concederà dopo la “prova” la pergamena che attesta di aver avuto la licenza di…matto.

Dopo aver visitato il borgo.. ci siamo diretti al:

COLLE DI SANT’UBALDO CON LA FUNIVIA

A pochi passi dal centro di Gubbio si trova la partenza della funivia che ti condurrà sul colle in pochi minuti, dal quale potrai vedere una bellissima  panoramica del borgo e visitare la Basilica di Sant’Ubaldo in cui è conservata l’urna del patrono della città e i 3 ceri.

veduta dalla funivia

I Tre ceri, a forma di prismi ottagonali, in legno e pesanti circa 300kg l’uno, sono i protagonisti di una delle manifestazioni folcloristiche più antiche d’italia, che si svolge il 15 maggio.

Durante la festa, alcuni cittadini sorreggono i ceri e si lanciano in una corsa forsennata dandosi il cambio e aiutandosi a vicenda con lo scopo di raggiungere il monte e la Basilica del Santo.

Qui la corsa si conclude e i ceri vengono deposti all’interno della Basilica in segno di omaggio al santo e i festeggiamenti continuano fino al giorno seguente.

DOVE PARCHEGGIARE: Potrai parcheggiare presso l’area di parcheggio gratuita al TEATRO ROMANO DI GUBBIO, molto vicina e comoda al centro.

DOVE MANGIARE: Ristorante dei Consoli

DOVE PERNOTTARE: SCEGLI QUI IL TUO HOTEL

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: