ORVIETO E DINTORNI

Orvieto, sorge su una rupe di tufo, una roccia friabilissima e molto abbondante tra umbria e lazio, e domina la valle del fiume Paglia, affluente del Tevere. Il comune di Orvieto è uno dei 50 più estesi d’italia ed è collocato in provincia di Terni nella regione Umbria. 

COSA VEDERE:

Immancabile una passeggiata per le viuzze del centro, senza tralasciare le attrazioni più meritivoli, tra cui consigliamo:

POZZO DI SAN PATRIZIO: Progettato per fornire acqua in caso di calamità o assedio, è un capolavoro di ingegneria formato da due rampe elicoidali a senso unico, completamente autonome, e servite da due diverse porte, che consentivano di trasportare con i muli l’acqua estratta, senza ostacolarsi e senza dover ricorrere all’unica via che saliva al paese dal fondovalle. Il pozzo, profondo 54 metri, è stato realizzato scavando nel tufo dell’altopiano su cui sorge Orvieto. Gli scalini sono 248, e i finestroni che vi danno luce sono 70. 

costo ingresso € 5,00, Biglietto acquistabile alla biglietteria a 100mt dal pozzo.

TORRE DEL MORO: Inizialmente fu chiamata Torre del Papa, quindi fu poi ribattezzata Torre del Moro, oggi la Torre svetta nel cuore della città, offrendo uno spettacolare panorama. E’ visitabile internamente tramite un ascensore fino a metà percorso e tramite una scalinata per l’altra metà del percorso; giungendo alla sua estremità, si raggiunge lo spettacolare terrazzino (a circa 50 metri di altezza da terra) dal quale si gode di un bellissimo panorama a trecentosessanta gradi della città e delle colline intorno ad essa.

Orari delle visite alla Torre del Moro

Marzo – Aprile e Settembre – Ottobre 10.00 – 19.00
Maggio – Agosto 10.00 – 20.00
Novembre – Febbraio 10.30 – 16.30

Ingresso a pagamento: Euro 2,80
Gratuito per bambini 0-10 anni

PANORAMA DALLA TORRE

FORTEZZA ALBORNOZ: La Fortezza di Orvieto fu edificata nel 1364 sopra la duecentesca Porta Soliana, strategico punto di accesso alla città, sul limite orientale della rupe. La sua costruzione fu affidata al Conte Ugolino di Montemarte, architetto militare dell’Albornoz. Di forma quadrilatera, la rocca era circondata da un ampio fossato e da alcuni ponti levatoi. Nel 1390 purtroppo venne distrutta a causa di lotte interne alla città, che riguardavano particolarmente i Monaldeschi.

Dal basso la visione è spettacolare: le mura e la Torre, fissate nella loro maestosità, sembrano Fondersi nella rupe di tufo. E la fortezza appare Allo sguardo quasi come una scultura nella Roccia. Oggi, al suo interno, ci sono dei giardini pubblici utilizzati per concerti, mercatini o eventi di vario genere.

INGRESSO LIBERO

ROCCA ALBORNOZ

DUOMO DI ORVIETO: La Basilica Cattedrale di Santa Maria Assunta è il principale luogo di culto cattolico di Orvieto, capolavoro dell’architettura gotica che si intreccia con con lo stile romanico. La sua visione stupisce, le linee dorate e il rosone centrale danno eleganza e slancio alla struttura. Incastonato in una piazza stretta di forma rettangolare, per poterlo vedere nel suo insieme devi insinuarti nelle vie interne della città.

Puoi visitarlo nei seguenti giorni e orari: Nov-Feb 9.30 – 13.00 // 14.30 – 17.00
Marzo-Ott 9.30 – 18.00
Aprile-Sett 9.30 – 19.00

Domenica e festivi
Nov – Feb 14.30 – 16.30
Marzo, Aprile, Mag, Ott 13.00 – 17.30
Giu, Lug, Ago e Sett 13.00 – 18.30

DOVE PARCHEGGIARE E COME RAGGIUNGERE IL CENTRO CITTA’: La città comodamente raggiungibile essendo collocato nelle strette vicinanze dell’autostrada A1 all’uscita ‘Orvieto’ seguire le indicazioni per la stazione della funicolare che si trova ad Orvieto Scalo nella Piazza Matteotti (la stessa della Stazione ferroviaria di Orvieto) e conduce a Orvieto centro in Piazza Cahen. Con la funicolare si arriva, dallo Scalo al centro di Orvieto in pochi minuti, esattamente a Piazza Cahen dove all’uscita si trova anche uno sportello informazioni turistiche. Dalla stazione delle funicolare partono i bus di linea e minibus interni che fermano nelle principali piazze e vie della città.

La funicolare effettua corse ogni 10 minuti (15 nei festivi), nei giorni feriali è aperta dalle 7.15 alle 20.30 mentre nei giorni festivi è aperta dalle 8.00 alle 20.30 Al costo di €1,30 a persona.

in alternativa

Uno dei parcheggi coperti principale, con il maggior numero di posti auto, è quello del Parcheggio di Campo della Fiera (ex Foro Boario) su google (Parcheggio Foro Boario). Da questo parcheggio si accede poi al centro storico della città utilizzando o l’Ascensore di Ripa Medici (in funzione dalle ore 5.00 alle ore 2.00) oppure prendendo il percorso meccanizzato delle scale mobili (in funzione dalle ore 7.00 alle ore 21.00). Entrambi i sistemi di mobilità conducono nel versante di Orvieto a poca distanza da Piazza della Repubblica. 

DOVE MANGIARE A ORVIETO: LA PALOMBA – ORVIETO CENTRO

DOVE PERNOTTARE: PROVATO E CONSIGLIATO DA NOI!!!    AGRITURISMO COPRITERRA

A POCHI CHILOMETRI DA ORVIETO…

 

CIVITA DI BAGNOREGIO

A 20km da Orvieto, lungo le strade strette dell’appennino Umbro potrai raggiungere il famoso borgo di Civita, conosciuto come ‘il borgo che muore’, questo perchè l’erosione del terreno minaccia la sua stabilità. Si trova arroccato su una collina, e conta ben 11 abitanti! Per raggiungerlo dovrai attraversare un piccolo ponte pedonale che ti permetterà di ammirarlo in tutto il suo splendore. Il paese che muore si trova al centro della Valle dei Calanchi, tra le due valli chiamate Fossato del Rio Torbido e Fossato del Rio Chiaro, che un tempo erano la via d’accesso che, dalla valle del Tevere e affoda le se radici all’epoca etrusca, anche se l’aspetto attuale è di epoca medioevale.

CIVITA DI BAGNOREGIO

Per l’ingresso a Civita il costo del Ticket è di 5 euro.

Civita è un piccolo borgo molto spettacolare raggiungibile dal ponte da Bagnoregio, anche se al suo interno le attrazioni sono riassumibili in poche righe:

*Il Museo Geologico delle frane.

*La Valle dei calanchi, ben visibile dalle mura del borgo, dove nelel colline attorno è sono ben visibili i ‘tagli’ causati dall’erosione di queste rocce friabili.

*La chiesa di San Donato.

*Il ‘bucaione’ ovvero il tunnel che si può raggiungere dopo aver attraversato il paese e prendendo il sentiero che scende verso valle,fu costruito nel ‘900 per consentire il passaggio dei carri, durante la seconda guerra mondiale fu anche utilizzato come nascondiglio.

DOVE PARCHEGGIARE:

Se arrivi in auto  puoi parcheggiare al piazzale del Belvedere (prima di Civita) oppure all’ingresso di Bagnoregio in piazza Battaglini (entrambi a pagamento). Se parcheggi al Belvedere sei a circa 500 mt da Civita. Se parcheggi a piazzale Battaglini hai circa 25 minuti e attraversi il centro di Bagnoregio.

 

Civita è un piccolo borgo immerso in un panorama spettacolare, saprà sicuramente rapirti il cuore!

 
 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: